Tu sei qui:

NUOVA STAZIONE DI REGGIO EMILIA

Progettata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava, la nuova stazione ferroviaria di Reggio Emilia, inaugurata il 9 giugno 2013, ha ricevuto il contributo progettuale dal team STEAM in ambito impiantistico, sia meccanico che elettrico che speciale.

Le richieste termoigrometriche dei vari locali, le loro altezze ed i volumi d’aria di rinnovo, impongono scelte impiantistiche tese il più possibile al contenimento energetico, alla flessibilità d’installazione e gestione delle singole apparecchiature con la massima affidabilità. A tale scopo STEAM ha ritenuto opportuno adottare le seguenti soluzioni tecniche, che rappresentano il compromesso ottimale tra complessità, costo e benefici gestionali:

  • recupero di energia dall’aria espulsa dagli ambienti mediante recuperatori installati sugli impianti di condizionamento;
  • frazionamento del trattamento climatico dell’aria di rinnovo su più macchine;
  • massimo sfruttamento del free-cooling;
  • frazionamento dei sistemi di pompaggio su più macchine;
  • elevata standardizzazione dei componenti in modo da ridurre al minimo le scorte di parti di ricambio e semplificare le procedure di manutenzione;
  • utilizzo di regolatori digitali a microprocessore per l’ottimizzazione di tutti i parametri di funzionamento.

STEAM inoltre ha considerato, in fase di progettazione, come fondamentali le esigenze d’affidabilità e di sicurezza che gli impianti devono possedere essendo al servizio di una struttura simile. Ne consegue la volontà di realizzare impianti che, pur non sovradimensionati come capacità, siano tuttavia in grado di rispondere positivamente ad eventuali parziali avarie del sistema, reagendo in modo da garantire il mantenimento di condizioni minime di benessere, soprattutto nelle zone caratterizzate da grande affollamento.