Tu sei qui:

EX CINEMA EMBASSY RICONVERTITO NELLA NUOVA SEDE DELL’AGENZIA DEL DEMANIO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

L’incarico ha riguardato la redazione delle attività propedeutiche alla progettazione definitiva e la progettazione esecutiva in modalità BIM dei lavori di realizzazione dell’intervento denominato “Recupero dell’Ex Cinema Embassy in Bologna, via Azzo Gardino 61, da destinare a nuova sede della Direzione Regionale Emilia-Romagna dell’Agenzia del Demanio, mediante l’uso di materiali e tecniche a ridotto impatto ambientale conformi al D.M. Ambiente Tutela del Territorio e del Mare.

Preservando i muri perimetrali e le facciate dell’immobile per il rispetto del valore storico dell’edificio, la proposta è quella di procedere a una ristrutturazione integrale per renderlo conforme e sicuro a ospitare gli uffici della nuova sede del Demanio. Un progetto sostenibile, che vede sul tetto la presenza di pannelli solari – che serviranno a garantire un apporto energetico del 60% all’edificio – e anche un ampliamento volumetrico di 200 metri quadrati della struttura.

Il progetto prevede la riqualificazione ad uffici del complesso esistente, che risulta sottoposto a vincoli di tutela di natura architettonica da parte della Soprintendenza dei Beni Culturali relativamente alle facciate.

La proposta progettuale, interamente sviluppata in modalità BIM, è dedicata in via prioritaria alla valutazione dell’adeguamento dell’edificio e, quindi, alla valutazione degli interventi necessari al successivo miglioramento/adeguamento strutturale.

Il rilievo è stato eseguito tramite laser scanner 3D con fotocamera integrata che permette di realizzare immagini panoramiche che sono stati poi gestiti da software cosiddetti “Open BIM” in quanto consente di gestire le nuvole di punti, oltre ai dati in formato nativo ed anche il formato aperto e interoperabile *.IFC.

La progettazione consentirà alla Committenza di realizzare i presupposti per la Manutenzione Programmata dei vari edifici, nei successivi livelli di progettazione, associando i lavori, i costi e i tempi di manutenzione al modello BIM, in modo che ogni intervento manutentorio/gestionale sia identificabile nel modello 3D.