OSPEDALE PAPA GIOVANNI XXIII DI BERGAMO

L’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Bergamo, dopo aver indetto un Concorso internazionale di progettazione a cui hanno partecipato 16 concorrenti al primo grado e 5 al secondo grado, ha individuato come vincitore la cordata con capogruppo S.C.A.U. s.a. di Parigi e STEAM dedicata alla co-progettazione degli impianti tecnologici, delle apparecchiature medicali e degli studi di acustica e ambientali.

Il nuovo ospedale di Bergamo è situato in un’area, la cui valenza ecologica e paesaggistica, ha influenzato il progetto, interpretando l’idea di ”Ospedale nel Verde”, aperto, confortevole e moderno, sia nell’architettura degli edifici che nel trattamento del suolo, del parco circostante e delle aree esterne. La soluzione proposta è stata pensata come a sviluppo orizzontale, sfruttando in modo ottimale le viste panoramiche verso la città Alta e i Colli. Il benessere dei pazienti, dello staff medico e di tutti coloro che utilizzano la struttura ha richiesto che l’ospedale si presentasse con spazi interni luminosi, dati da facciate continue in alluminio protette da sistemi in frangisole per il controllo del soleggiamento e dell’irraggiamento.

Elementi che contraddistinguono il progetto del nuovo Ospedale sono la piastra servizi centrale, le torri delle degenze e la “hospital street” ovvero le ampie gallerie vetrate convergenti sull’ingresso.

Affidabilità, flessibilità e sicurezza degli impianti sono le caratteristiche peculiari che hanno padroneggiato nella progettazione STEAM e che hanno valorizzato i tre elementi distintivi dell’Ospedale.

Luogo: Bergamo

Committente: Ospedali Riuniti di Bergamo

Ruolo di Steam: Co-progettazione e direzione lavori. Studi d’impatto ambientale

Team di progettazione: SCAU SA (Arch. Zublena); MM. AR. Consult Srl; Studio Traversi; ETS S.p.a.; Progettisti Associati Tecnarc

Importo Complessivo delle Opere: € 238.680.609,04

Importo Complessivo delle Opere progettate da Steam: € 39.780.101,51

Anno: 2001-2013